ALATRI E L'OLIO_2L’antica Alatrium sorge a nord di Frosinone, alle pendici dei monti Ernici. Fondata probabilmente nel sec. VI a. C., conserva i resti di un’imponente cinta muraria, costruita dai Romani con massicci blocchi poligonali di pietra, per custodire l’Acropoli o Civita (sec. IV a. C.).
Delle cinque porte, restano la Maggiore e la Minore, coperte da architravi monolitici. Il duomo, che sorge nell’acropoli, è frutto di rimaneggiamenti di una chiesa altomedievale, periodo in cui l’area si trasformò in rifugio per la popolazione. Altre testimonianze medievali sono evidenti soprattutto nella disposizione dell’abitato e in alcuni edifici, tra cui la chiesa di S. Maria Maggiore, dalla facciata romanico-gotica, che custodisce la Madonna di Costantinopoli, prezioso gruppo ligneo dei secc. XII-XIII. In questa località, di notevole qualità sono gli oli d’oliva locali: nel 2006 l’Olio Quattrociocchi del Frantoio Quattrociocchi Amerigo di Alatri ha vinto l’undicesima edizione del Biol ad Andria con un voto di 82,60 su 100: è risultato il migliore del 2006 tra gli oltre 250 oli in gara, meritandosi il titolo di Miglior olio biologico del mondo.
Altre testimonianze medievali sono evidenti soprattutto nella disposizione dell’abitato e in alcuni edifici, tra cui la chiesa di S. Maria Maggiore, dalla facciata romanico-gotica, che custodisce la Madonna di Costantinopoli, prezioso gruppo ligneo dei secc. XII-XIII.
In questa località, di notevole qualità sono gli oli d’oliva locali: nel 2006 l’Olio Quattrociocchi del Frantoio Quattrociocchi Amerigo di Alatri ha vinto l’undicesima edizione del Biol ad Andria con un voto di 82,60 su 100: è risultato il migliore del 2006 tra gli oltre 250 oli in gara, meritandosi il titolo di Miglior olio biologico del mondo.