Palazzo S. Gervasio è una cittadina di origine normanna, altopiano compreso tra due valli, circondato da una rigogliosa vegetazione e da numerose alture. Si trova nei pressi dello spartiacque tra il bacino dell’Ofanto sul versante adriatico e quello del Bràdano sul versante ionico, quasi al confine con la Puglia Su una collina a 500 m di altezza sorge il castello normanno-svevo che domina tutta la zona sottostante. Fu più volte modificato, divenne dimora di campagna per i principi normanni per poi essere utilizzato da Federico II durante le sue battute di caccia. A qualche chilometro dall’abitato, ai margini del bosco, c’è un campeggio e un piccolo lago artificiale dove è possibile pescare. È possibile visitare il bosco di Santa Giulia (circa 700 ha) a cavallo partendo da uno dei centri di equitazione della zona.