L’ampia zona che si estende a sud-est di Roma, oltre i Colli Albani e fino alle porte dell’Abruzzo e del Molise, costituisce la parte del Lazio chiamata Ciociaria o Cioceria. Il suo nome, relativamente recente poiché è entrato nell’uso comune solo alla fine del ‘700, deriva, a differenza di quasi tutti i nomi territoriali d’Italia che hanno origine storica o geografica, dalla ciocia, un tipo di sandalo usato dagli abitanti del luogo fin dai tempi più antichi. Una Terra che sa suscitare, in chi le si avvicina con amore, interesse e commozione, offrendo generosamente in cambio maestose cinte murarie, archi romani, chiese ed abbazie, borghi medioevali, panorami belli ed inconfutabili ed una cucina che ancora sa “di antico”.