L’area geografica che solitamente viene individuata come Tavoliere delle Puglie è una pianura di sollevamento, cioè una vasta zona pianeggiante che anticamente si trovava sotto il livello del mare. La sua ampiezza è di circa 4 chilometri ed il suo perimetro può essere riconosciuto in concomitanza dei Monti Dauni, del Gargano e del Mare Adriatico, a nord dal fiume Fortore ed a sud dal fiume Ofanto.
Il Tavoliere delle Puglie è la seconda più grande pianura d’Italia dopo la Pianura Padana. Essendo circondata a nord e a sud dai fiumi Fortore ed Ofanto, la pianura talvolta, soprattutto durante la stagione autunnale è soggetta ad allagamenti causati dalle esondazioni di questi corsi d’acqua; al contrario, durante il resto dell’anno la zona soffre i forti periodi di siccità.
All’interno di quest’area di possono individuare due zone ben distinte: l’Alto Tavoliere e il Basso Tavoliere, che sono caratterizzate da particolari tratti morfologici: nell’Alto Tavoliere possiamo notare una serie di terrazzamenti e un clima tipicamente continentale, mentre nel Basso Tavoliere il territorio è prevalentemente pianeggiante, con pendenze molto lievi.
Ideale per una vacanza dove la natura regna sovrana, per la bellezza del paesaggio naturale e per vivere un’esperienza unica e indimenticabile. Nel cuore della Puglia per ritrovare le bellezze della natura.