CIOCCOLATO DI PERUGIA_2Le origini del cioccolato sono molto antiche e vengono abitualmente fatte risalire al periodo Maya, popolo che fu probabilmente anche il primo a coltivare la pianta del cacao. Le origini mitologiche, invece, narrano che il cacao fosse stato originato dal sacrificio di una principessa azteca, che si fece uccidere dai nemici pur di non rivelare dove fossero custodite le ricchezze del Regno. Dal sangue della principessa sarebbe germogliata la delicata pianta del cacao, dalle valenze mistiche ed afrodisiache, tanto da essere riservata, in forma di bevanda, a sacerdoti e guerrieri. Importato dalle Americhe nelle corti europee in versione addolcita rispetto alla forte e piccante bevanda originaria, il cacao si diffuse inizialmente come medicamento e stimolante.
La vera consacrazione della bevanda si avrà solo dopo la metà del settecento, in Francia, diventando di moda presso l’aristocrazia europea. Solo nell’Ottocento il cioccolato, una volta uscito dagli ambiti élitari, passerà dallo stato liquido a quello solido diventando così oggetto di produzione industriale. In questa città è molto forte la tradizione del cioccolato, anche per la presenza di celebri aziende nelle quali i maestri cioccolatieri si tramandano da anni la loro arte, mettendo la stessa cura artigianale oggi come allora, nel creare dei piccoli grandi capolavori di gusto e qualità. Per questo motivo Perugia è stata scelta come città per l’Eurochocolate, una manifestazione aperta al pubblico che si svolge nel centro storico. Durante questo evento sono installati il Chocolate Show, l’area commerciale con oltre 150 firme provenienti da tutto il mondo, l’area didattico-culturale con corsi dedicati a semplici appassionati ed a professionisti ed aree dedicate all’intrattenimento per grandi e piccini.