CARSO TRIESTINOUna vecchia leggenda narra che, quando Dio ebbe portato a termine la creazione del mondo, si avvide che c’erano troppe pietre sparse qua e là. Diede allora incarico a un angelo di andare a raccoglierle e di gettarle in mare. L’angelo prese un sacco e incominciò la raccolta e, quando il sacco fu pieno, volò in direzione del mare.
Ma, proprio quando era vicino alla meta e stava sorvolando una terra bellissima tutta ricoperta di bosco, fu visto dal diavolo che qui aveva la sua dimora. Questi, vedendo il sacco e pensando che contenesse un tesoro che l’angelo stava portando in cielo, tagliò il sacco per vederne il contenuto: con sua grande meraviglia da esso uscì una cascata di pietre senza fine che, cadendo, ricoprì tutta la terra sottostante seppellendo per sempre i boschi ed i prati pieni di fiori.
Quella terra fu condannata a restare una landa sassosa per punire i suoi abitanti che avevano permesso al Diavolo di prendervi dimora.