nostraitalia-logo

Forza creativa e innovatrice

Foto01-ManifestoIl Manifesto “Nostra Italia” prende origine nel cuore di Nicola Crepaldi, veneziano, classe 1969, da sempre professionalmente nel mondo del turismo. Fin da bambino, vivendo nella magica e scintillante Venezia, e godendo dei meravigliosi frutti del famoso “miracolo italiano”, Nicola Crepaldi sviluppa una quasi innata attrazione per la bellezza, la libertà, la creatività così tipici di quell’epoca. Cullato dalle note di Adriano Celentano, Franco Battiato, Lucio Dalla, Domenico Modugno e Giacomo Puccini, animato dalle immagini di Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Vittorio Gassman e di Sofia Loren, il suo percorso di crescita inevitabilmente sfocia in ciò che racchiude in sè fascino, autonomia e scoperta: il viaggio. Il viaggio come crescita interiore, come ricchezza di cui godere per tutta la vita, è ciò che lo guida nel percorso che lo vede diventare direttore tecnico e presidente di tour operator ed esperto organizzatore di viaggi di gruppo, con un solido background nel turismo culturale e religioso. Nicola Crepaldi, profondo conoscitore dell’Italia con i suoi immensi splendori ma anche con le sue potenzialità inespresse, imprenditore innovatore e uomo di marketing, pone le basi e sviluppa il progetto che vuole essere parte della “rinascita” del nostro Paese: “Nostra Italia”.

Foto02-ManifestoAd aderire da subito al progetto “Nostra Italia” è Mario Tozzi, romano, classe 1959, diplomato in maturità classica e laureato in Scienze Geologiche con 110/110 e lode. Attualmente è il Primo Ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria) e si occupa dell’evoluzione geologica del Mediterraneo centro-orientale, studiando le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. E’ autore di oltre 50 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 50 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Dal 2006 al 2011 è stato Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. E’ membro del Consiglio Scientifico del WWF. Ha condotto sulle emittenti televisive italiane diversi programmi: attualmente “Atlantide” (La7); “La Gaia Scienza” (La7 – 2009-2010); “Terzo Pianeta” (RaiTre – 2007-2008) ; “Gaia – il pianeta che vive” (RaiTre – 2000-2007); “King-Kong” (RaiTre – 1999-2000); oltre a 10 documentari di 30’ “La Via Francigena” per Rai Giubileo-RaiTre. Ha inoltre condotto per Rai International una serie di 120 documentari di 15’ della serie “Che bella l’Italia” (dalle città e cittadine italiane) e 8 documentari di 45’ da alcune grandi città italiane. Ha inoltre condotto “G come Geologia”, documentario di 30’ per la Regione Trentino-Alto Adige e altri 10’ “Frammenti di Terra” da tutta Italia partendo da oggetti quotidiani per arrivare a spiegazioni geologiche e naturalistiche. Attualmente scrive su La Stampa di Torino, su Vanity Fair, su Natura e sulla rivista delle Coop Consumatori. Ha collaborato con National Geographic (2000-2011), Newton, Oasis. Come divulgatore scientifico ha sviluppato diversi progetti sulla comunicazione di temi ambientali di forte e spesso drammatica attualità, quali il risparmio energetico, il riciclaggio dei rifiuti, il risparmio idrico e la situazione ecologica del pianeta che si sono tradotti in altrettante conferenze sceniche di forte impatto spettacolare. Tiene conferenze e seminari in tutta Italia.