La Brianza, a nord dell’area metropolitana e industriale milanese, non è un’area geografica corrispondente ad un preciso ente territoriale, ma una grande regione storica i cui confini sono ancora oggetto di discussione, pur essendo molto spiccato nei suoi abitanti il senso di appartenenza. A far parte di questo territorio troviamo la città di Monza, il terzo comune della regione per popolazione dopo Milano e Brescia. La città sorge nell’alta pianura lombarda al margine meridionale della Brianza; il suo territorio è attraversato da nord a sud dal fiume Lambro. All’ingresso a nord nel centro storico, fra le vie Zanzi e Aliprandi, una biforcazione del fiume creata artificialmente a scopo difensivo nei primi decenni del XIV secolo dà luogo al Lambretto, che si ricongiunge al corso principale del Lambro alla sua uscita a sud dall’antica cerchia delle mura (oggi interamente demolite). Un altro corso d’acqua, anch’esso artificiale, è il Canale Villoresi, realizzato nel XIX secolo, che attraversa il territorio di Monza da ovest ad est incrociando il Lambro al confine settentrionale del quartiere San Rocco.