Termoli e la Bandiera BluIl turismo della città è principalmente di tipo balneare e culturale. Le maggiori attrazioni culturali e turistiche della città sono: tra le architetture, il Borgo Antico, il castello Svevo situato all’entrata dello stesso, la Basilica (contenente la reliquie di San Basso e San Timoteo), i trabucchi (strumenti di pesca diffusi sulla costa adriatica da Termoli sino ad Ancona) situati a ridosso del borgo, e la Madonna a Lungo (un santuario situato nell’entroterra termolese, meta di pellegrinaggio il martedì successivo alla domenica di Pasqua); tra gli eventi, i più noti sono la festa di San Basso (patrono della città insieme a San Timoteo, la festa religiosa si svolge il 5 dicembre mentre quella popolare il 3 e 4 agosto), la Sagra del pesce (goloso appuntamento che ogni ultima domenica di agosto permette ai numerosi turisti e ai cittadini di degustare il pesce appena pescato) e l’Incendio del Castello (notte di Ferragosto).
Riguardo al turismo balneare, Termoli ha visto aumentare ogni anno le presenze estive di turisti ed oggi è una delle più frequentate stazioni balneari dell’Adriatico centrale, infatti si stima che nel periodo estivo la sua popolazione totale raggiunga i 100.000 abitanti. La costa termolese è divisa in due litorali: Nord e Sud. Il primo (spiaggia di Sant’Antonio, Lungomare Cristoforo Colombo) è quello più popolare, lungo oltre 10 km e largo una cinquantina di metri, caratterizzato dalla splendida visuale del Paese Vecchio di cui si può godere in ogni suo punto. Il litorale Sud (spiaggia di Rio Vivo) è ideale per chi vuol praticare sport acquatici, grazie alla sua natura di baia che limita l’altezza delle onde e alla spiaggia larga più di 150 metri. Sono presenti circa 30 lidi balneari, 6 dei quali sul litorale Sud; la capacità alberghiera delle città è di 1415 posti letto per 622 camere divise in 20 tra hotel e Residence, il 30% dei quali a 4 stelle (Fonte: Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli, novembre 2009).
Le strutture ricettive della città e le acque limpide hanno consentito alla cittadina adriatica di guadagnare ben 17 Bandiere Blu d’Europa negli anni: 1990, 1991, 1992, 1993, 1997, 1998, 2000, e dal 2003 al 2013.